EHI !!!

Ho una tonnellata di bavaglini...ma se ti va di regalarmene un altro, metti l'importo corrispondente qui, lo tramuteremo in ore di fisioterapia, protesi e/o attrezzature speciali:




UBI BANCA S.P.A. Filiale di Brescia – Via Trento 25

IBAN: IT05G0311111270000000014735


BIC: BCABIT21

INTESTATO A: Isabella Moreschi (mamma di Nina)

CAUSALE: Donazione per Nina

Non scordarti di mettere il tuo recapito o di mandarci una e-mail in modo da poterti ringraziare!


per informazioni: inviaggioconnina@gmail.com


lunedì 6 maggio 2013

Questione di vantaggi

Oggi sono un po' incazzè: ogni tanto mi torna in mente un cartello in cui mi sono imbattuta ieri ed inizio a sbuffare...
Sì, sto parlando ancora di parcheggi, lo so, lo so, ma oramai è il mio chiodo fisso, portate pazienza.
Dovete sapere (io l'ho scoperto da poco) che non in tutti i Comuni il cosiddetto "disabile" (quello munito di apposito contrassegno arancione) non paga i parcheggi sulle strisce blu.
A Roma non si paga, a Fiumicino sì, da altre parti non so.
Bisognerebbe informarsi prima, perchè spesso e volentieri non c'è scritto nemmeno sui cartelli informativi, se devi pagare o no, generando confusione.
Fortunatamente a Porto Santo Stefano (Monte Argentario, Toscana) mettono degli utili quanto sardonici avvisi:


 
E qui arriva il mio giramento di marones.
 
Perchè oltre al danno (economico), aggiungere anche la beffa (in termini di mobilità e di presa per il culo aggiungendo la precisazione di cui sopra)?
 
Forse non sempre ci si pensa, ma spesso il disabile (ricordo che il contrassegno x parcheggiare è assegnato a chi ha difficoltà motorie di vario genere che vanno dalla temporanea e banale gamba rotta a situazioni più gravi, complesse e croniche) NON E' NECESSARIAMENTE ACCOMPAGNATO DA UN'ALTRA PERSONA.
Esistono infatti automobili con comandi appositi che possono essere guidate ANCHE (ohibò!) da un "fuori standard".
Facciamo un esempio per capire meglio (può essere altamente impreciso, essendo io dotata di bei cosciotti funzionanti, ma cerco di immedesimarmi):
allora, dopo aver trovato parcheggio, il nostro disabile deve "uscire" la carrozzina dall'auto, aprirsela, ejettarcisi sopra sperando di non essere in discesa verso un burrone, chiudere la macchina, cercare il parchimetro facendo lo slalom tra le auto parcheggiate ovunque anche sulle rampe per salire sui marciapiedi, raggiungere la colonnina sperando che non sia troppo alta per infilarci i soldi (operazione che si fa a caso perchè il display generalmente è fuori dalla portata mia che sono bassa 1.58, figuriamoci di uno seduto in carrozzina) o troppo a ridosso di pali/alberi/marciapiedi/altre auto per poterci passare con le sue ruote.
Prendere il biglietto, rifare lo slalom, accostarsi alla propria vettura, fare un aeroplanino del biglietto del parchimetro e, al primo tentativo, farlo volare sul cruscotto in modo che sia leggibile.
Il tutto sperando che non piova.
 
Ora mi piacerebbe chiedere un po' di cose:
 
-ad un "carrozzato" che guida autonomamente se gli pesa di più pagare 1 euro o sobbarcarsi 'sta trafila.
al genio che ha ritenuto opportuno aggiungere la frase "Dalla gratuità della sosta deriva infatti un vantaggio meramente economico, non un vantaggio in termini di mobilità" se dorme bene la notte di fare una prova di quanto sopra. Non di immaginarla, eh: di farla proprio! Che ne so, magari aiutato da qualche amico de "Le Iene" o similari...
-alla Cassazione se sperano veramente che l'Italia esca dal baratro con i proventi del parcheggio di qualche migliaio di diversamente abili...non è retorica, lo voglio sapere veramente. Tra l'altro suggerisco umilmente, che s'alza più grana con 1 multa a chi posteggia negli spazi "Handicap" che non con 1+1+1+1+1+... euro del parchimetro, ci avete mai pensato?
-a voi che passate di qui: ci vedete di più il vantaggio economico (strepitoso, tra l'altro! Conosco gente che s'è comprata la villa alle Barbados risparmiando sul parcheggio) o un vantaggio in termini di mobilità/comodità rivolto a chi potrebbe essere in difficoltà ?
Pare brutto togliere una rottura di palle a chi ce n'ha già da vendere?
 
Vi aspetto...

21 commenti:

  1. Come potrei non esser d'accordo con te? Purtroppo chi non lo vive sulla sua pelle non lo capisce...Io ultimamente lo sto "vivendo" attraverso una mia amica che ha un bimbo di un anno che, per sconosciuta malattia genetica bastarda, non si può muovere e non ha tono muscolare per cui non può tenere nemmeno la testa sollevata da solo...Bè lei non ha diritto al cartellino per i disabili.....e quando, per botta di "chiulo" trova un posto libero, parcheggia e ci mette una decina di minuti solo per portare fuori dall'auto il suo cucciolo...hanno un botto di spese e....ah! si..certo! pagano pure i parcheggi....che come dici tu....non ne hanno già abbastanza ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, la tua amica dovrebbe far domanda per l'invalidità civile...se il bambino viene ritenuto invalido al 100% (da quello che mi scrivi non credo se ne possa dubitare) si richiede il pass e via! Almeno potrebbe anche usufruire dell'assegno di accompagnamento, che in realtà in questi casi non riesce nemmeno a coprire il costo delle terapie, ma.... piuttosto che niente! Almeno è un aiuto ;-)

      Elimina
    2. Isa...hanno tutto...Non solo l'accompagnamento ma ha una donna(pagata dal comune) che sta con il bambino mentre lei è a lavoro.....ma il pass ancora non glielo danno...l'altro giorno le hanno detto che dovrebbe aspettare che compia almeno due anni...è ASSURDO....

      Elimina
  2. Guarda io ho una bimba di 20 mesi disabile al 100% (parafrasando "per sconosciuta malattia genetica bastarda") e anche a me ribolle il sangue nelle vene per questa cosa..... noi abbiamo il contrassegno che spesso però non ci assicura il vantaggio di trovare un posto auto riservato, perchè occupato da chi disabile non è.....
    Sara&Sofia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenute Sara&Sofia!
      Purtroppo questa del parcheggio è una cosa veramente odiosa, mi tocca litigare TUTTI i giorni davanti alla scuola perchè i 2 posti disabili sono SEMPRE occupati da chi non ne ha diritto .
      Tra l'altro occupati da genitori e nonni dei compagni di scuola dei bambini "fuori standard" che sanno benissimo CHI ha bisogno (e diritto) di quei posti.
      E' questo che mi fa incazzare ancora di più!:-(

      Elimina
  3. "Vantaggio meramente economico"??? Ma è la corte di cassazione o corte dei conti? E in un caso o nell'altro, i cervello lo hanno solo nel portafogli...?

    RispondiElimina
  4. Sofia&Sofia.... Hai ragione perfettamente....Io credo che se chiunque di noi chiamasse i vigili ogni volta che c'è un parcheggio disabili occupato abusivamente si potrebbe fare in modo che rimanessero più liberi...
    Bisognerebbe fare un tamburo battente tra tutti per denunciare gli autisti che parcheggiano abusivamente.....Ma la mia è solo una mera utopìa!!! :-( SIGH!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recentemente Papà Velcro ha litigato con il vigile davanti alla scuola perchè NON voleva fare le multe a quelli parcheggiati nel posto disabili...
      Se sono loro i primi a non far rispettare la legge, stiamo freschi!!!!
      :-(

      Elimina
  5. Claudio Selmo6 maggio 2013 17:57

    Boh. Che paese... W Nina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;-) un baccio alle tue donne.
      Ed uno anche a te, vabbè....

      Elimina
  6. ...situazione descritta in modo esemplare!!! te lo riconosce un carrozzato!!! a P.S.Stefano ti farebbero pagare anche se ti fermi negli spazi blu con la sola carrozza... quei figli di androcchia!!! Quelle (poche..) volte ke mi è capitato di cercare un park riservato ci ho perso mezza giornata a fare giri su giri... magari la prox volta mi attrezzo per segare la "colonnina", e se mi chiedino ke fò gli dico ke è x pagare il parcheggio... ahahah Ciao Bella!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, il mio amico con le ruote preferito !!!!:-)
      Certo che però tu non puoi proprio parlare, che con tutti i soldi che risparmi col parcheggio disabili te ne vai sempre in vacanza, eh !!!!ih ih ih!
      smak!!!!

      Elimina
  7. Scusate a questa sentenza ne è seguita un'altra che diceva tutto l'opposto. Nei parcheggi blu i disabili non devono più pagare mentre questa a cui fa riferimento il cartello diceva che si doveva pagare il minimo della tariffa per tutto il giorno. Quindi quando i comuni allora ed ora richiedono pagamenti nelle soste blu, lo fanno indebitamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico...
      stasera con calma faccio una ricerchina.
      Io ero rimasta che ogni Comune deliberava per sè. Se è come dici tu, cara Antonella, mi sembra gravissimo che ci marcino sopra!
      baci al piccoletto :-)

      Elimina
    2. Rettifica. Allora dopo la sentenza che stabiliva di pagare la tariffa minima e poi quella che la sostitutiva ha nno pensato bene recentemente di far pagare la tariffa piena. Sono allibita. Che disastro questa nostra Italia

      Elimina
  8. Grazie Antonella....ne sai troppo! :-)

    RispondiElimina
  9. Ricordo che quando ero piccola mi si torcevano le budella quando mia sorella veniva trattata diversamente: quando andavamo al cinema e la mamma ci dava i soldi per il biglietto, io non tolleravo che non la facessero pagare: "lei è UGUALE a me quindi, signorina del cinema, non mi rompa le scatole e prenda questi soldi!" ovviamente non lo dicevo ma lo pensavo e mi si stringeva il cuore e volevo solo che gli altri si accorgessero che mia sorella era una bambina come tutte le altre.
    Da grande poi ho scoperto implicazioni che da bambina ignoravo ed ho visto gli enormi sacrifici che i miei genitori hanno fatto, i soldi spesi in cure, in operazioni, riabilitazioni, fisioterapie, ausili di qualunque genere e poi i soldi per la benzina per spostarsi di ospedale in ospedale, e quelli per curare le schiene malandate di tutti noi che solleviamo, e solleviamo, e solleviamo.
    Quindi, vadano a quel paese. Mi sembra assolutamente giusto che alle persone con disabilità (chiedo scusa ma "diversamente abili" è un termine che mi urta e ancora, pur essendo educatrice e ippoterapista, non riesco ad utilizzarlo!) venga abbonato il costo del biglietto del cinema, del teatro e pure del parcheggio!
    E sono d'accordo con te anche sulla motivazione "sbattimento assurdo e molto spesso improponibile".
    Grazie per aver sollevato la questione!
    P.S. Splendido blog, splendida Nina, splendida Piccola Hooligan...quando si dice, complimenti alla mamma! (Poveri papà... ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kiara, la tua testimonianza è veramente preziosa :-)
      Punta il riflettore anche su chi vive questa situazione sulla propria pelle ma è spesso in ombra: i fratelli.
      Grazie (spero sempre di riuscire a fare un buon lavoro con la Piccola Hooligan, ma i dubbi sono sempre tanti)
      baci

      Elimina
  10. Mi sembra di sognare.
    E se anche fosse un vantaggio meramente economico, è così terribile abbuonare il costo del parcheggio a chi è disabile?
    E perché, la legge non prevede delle agevolazioni anche economiche, al disabile?
    E poi il parcheggio "giallo" non sempre è libero, e parcheggiare nelle strisce blu permette di avere più possibilità. Lasciarlo gratuito mi sembra il minimo.

    I genitori/nonni che parcheggiano nei posti per disabili devono solo vergognarsi. Oltretutto sanno che rubano quei posti alla compagna dei loro figli! Non si tratta più di fare la furbata (che cmq è odiosa!), ma di essere prepotenti verso una persona precisa che si conosce...

    RispondiElimina
  11. Porto S. Stefano multa di 41.00 euro perchè nn esposto il biglietto del parkometro. tra parentesi nn abbiamo neanche visto l'annuncio citato sopra. Ma chi controlla nn solo la validità dei contrassegni ma anche se il disabile è a bordo, troppe volte lo usano per mera comodità anche se il diversamente abile è da tutt'altra parte

    RispondiElimina