EHI !!!

Ho una tonnellata di bavaglini...ma se ti va di regalarmene un altro, metti l'importo corrispondente qui, lo tramuteremo in ore di fisioterapia, protesi e/o attrezzature speciali:




UBI BANCA S.P.A. Filiale di Brescia – Via Trento 25

IBAN: IT05G0311111270000000014735


BIC: BCABIT21

INTESTATO A: Isabella Moreschi (mamma di Nina)

CAUSALE: Donazione per Nina

Non scordarti di mettere il tuo recapito o di mandarci una e-mail in modo da poterti ringraziare!


per informazioni: inviaggioconnina@gmail.com


mercoledì 15 febbraio 2012

Siparietto # 1


Siccome ultimamente, a causa del ricovero di Nina, gli argomenti non sono stati leggeri, voglio inaugurare la serie dei "siparietti".
I siparietti non sono altro che scenette, simpatiche figure di m.., momenti di ilarità (mia) non voluti che mi hanno fatto sganasciare dalle risate.
Lungi dal mancare di rispetto sia alla Microba, sia agli attori involontari interpreti di queste esilaranti scenette, voglio sottolineare che non mi sono sentita affatto offesa da queste situazioni, anzi.
Mi hanno divertito in quanto assolutamente genuine, spontanee e naturali. E fino all'altro ieri avrei potuto esserci io nel ruolo dell'involontario gaffeur!
Sono ben altre le cose che fanno male.
E siccome di occasioni per piangere purtroppo penso che ce ne saranno, ora approfittiamone e ridiamo!

E via col Siparietto #1:

Salò, ridente cittadina affacciata sul Lago di Garda, una calda sera di inizio settembre.
La Microba è uscita da pochi giorni dalla Terapia Intensiva e noi finalmente ci godiamo una passeggiata tutti e 4 insieme.
Ci mettiamo in fila per un gelatino in una splendida piazza gremita di persone, tra cui molti gruppi di turisti dell'Europa del Nord.
Ad un certo punto un'anziana signora straniera bermuda-calzino-sandalo, vedendo la carrozzina "old style" (di quelle serie: grande, bianca e blu, con un tripudio di sangallo bianco tutt'attorno alla capottina - ringrazio mia cugina Barbara per avercela prestata) si stacca dal capannello di turisti e saltellando (giuro!) facendo smorfiette buffe e gridolini, in 4 balzi si affaccia alla carrozzina.
E rimane ghiacciata.
GHIACCIATA.
Probabilmente si aspettava di trovarci un bel bebè paffuto e boccoloso stile pubblicità, invece ci ha trovato la Microba tutta intenta in una delle massime interpretazioni di quel periodo (fortunatamente durato poco):


La vecchietta rimane completamente paralizzata, con un sorriso ebete sul volto, senza riuscire ad articolare nessun suono.
Abbiamo percepito chiaramente il suo imbarazzo totale, come se avesse i sottotitoli: "Se vado via sembra brutto...sì però cazzo faccio???".
Avesse avuto una leva per una botola magica, l'avrebbe utilizzata in un nanosecondo.
Non so come ho fatto a trattenermi, mi veniva troppo da ridere perchè aveva un'espressione buffissima.
Le abbiamo sorriso accondiscendenti, come a dire "Ok, abbiamo apprezzato il gesto, ora vai".
In 4 balzi, rossa come un peperone, ritorna al capannello di turisti e si confonde nella moltitudine di bermuda-calzini-sandali che sciamano nei vicoli.

E a voi ?
E' mai capitato di fare una simpatica figuraccia da vaporizzazione istantanea ?
.-)

9 commenti:

  1. E' proprio vero che la mamma dei cretini é sempre incinta.....un bacione alla bella patatina che occupava la carrozzina quella sera ! ;-)

    RispondiElimina
  2. ma no, daaaai...porella la vecchietta è rimasta un po' spiazzata dall'occhio bianco a mezz'asta della Microba, sondino, cerotti... ;-)

    RispondiElimina
  3. eeeehhhhhhhh se mi è capitato!!!! per fortuna la botola magica di Feichbuk è l'elimina messaggio ;)
    baci.
    stefi

    RispondiElimina
  4. ciao stracchino da combattimento, questo post dimostra la tua grande intelligenza. anche per questo ti sono amica(oltre al fatto di condividere lo schifo per eventuali molari trovati nella pizza...)

    la tua: betty onega/rita esau
    (ti leggo sempre)

    RispondiElimina
  5. Coppia di clienti entrambi senza un occhio (conosciutisi in ospedale proprio per l'incidente), il padre di una mia amica (gestore del negozio): "...ok, adesso accomodiamoci che discutiamo a quattr'occhi ... cioè ... non nel senso che in 3 ne abbiamo 4 ... voglio dire ..." e loro se la ridevano!!!
    Spappara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questa è veramente esilarante :-D

      Elimina
  6. A me è successo di essere catapultata all'indietro con tutta la sedia dal mio cane in mezzo ad un bar affollatissimo in riva al mare, solo perchè aveva visto un canetto e lo voleva salutare. Poco c'è mancato che mi portassi dietro pure il tavolo con sopra l'aperitivo... Avrei voluto sprofondare, e in più mentre ero in terra e non riuscivo a rialzarmi, la mia cana mi leccava la faccia tutta felice!!!
    Un bacio alla piccoletta!!Kia

    RispondiElimina
  7. Riporto da FB la fantastica sequela di Lollo, veramente da standing ovation:

    " io il primo giorno che sono andato nell'associazione ciechi di guerra per il servizio civile ho inanellato una serie impressionante di: aprendo la finestra "dottore, qui c'è una vista meravigliosa", parlando della Roma "ma ha visto che Roma ieri sera" e concludendo prima di andare via in "ci vediamo domani". vergognandomi mentre andavo via ho pure pensato: OCCHIO! quando dici le cose in queste situazioni..."

    RispondiElimina
  8. lollo nr. 1 ah ah ah

    RispondiElimina