EHI !!!

Ho una tonnellata di bavaglini...ma se ti va di regalarmene un altro, metti l'importo corrispondente qui, lo tramuteremo in ore di fisioterapia, protesi e/o attrezzature speciali:




UBI BANCA S.P.A. Filiale di Brescia – Via Trento 25

IBAN: IT05G0311111270000000014735


BIC: BCABIT21

INTESTATO A: Isabella Moreschi (mamma di Nina)

CAUSALE: Donazione per Nina

Non scordarti di mettere il tuo recapito o di mandarci una e-mail in modo da poterti ringraziare!


per informazioni: inviaggioconnina@gmail.com


martedì 8 gennaio 2013

Motricità: a che punto siamo?

Ok, finite le feste, finiti i bagordi, anche per noi è tempo di tornare alle cose serie.

Ho sempre paura di diventare una di quelle mamme monotematiche che parlano sempre degli stessi argomenti e nel mio caso è anche facile, dato che tutti mi chiedono e si preoccupano per Nina; io cerco di variare un pochino sul tema ma mi sono resa anche conto che è un sacco che non vi aggiorno su certe cosette.

Per esempio sugli strabilianti progressi motori che la Microba ha fatto da settembre ad oggi.

Ad agosto ha iniziato a mettersi a quattro zampe, senza schiodarsi però.
Poi piano piano a Settembre la situazione si è sbloccata e Nina ha iniziato a gattonare...oddio, gattonare non è propio la parola adatta: avanzava con le braccia e trascinava le gambe, il che era anche un pochino preoccupante a dir la verità.
Invece a novembre ha iniziato a gattonare correttamente sia con le braccia sia con la gamba destra, mentre la sinistra rimaneva sempre a "rimorchio", trascinata, tant'è che l'ortopedico privato che abbiamo consultato aveva ravvisato un possibile problema all'anca, da rivedere quando la nanetta avesse iniziato a stare in piedi.
Con il passare delle settimane, la Microba ha acquisito maggiore sicurezza e fluidità nei movimenti, ed anche la gambetta sinistra ha iniziato a seguire lo schema corretto.
Cio' ha inciso notevolmente anche sulla velocità raggiunta, roba quasi da autovelox :-)
Man mano che la piccola fa esercizio, l'ipotonia della zona del bacino sembra migliorare.
Permane purtroppo quella delle caviglie; secondo me che la osservo attentamente 24 ore su 24 quasi, mi pare che sia anche un problema "strutturale", di forma della caviglia tra il malleolo ed il tendine di Achille. Anche in questo caso l'ortopedico si è rimesso al momento in cui la pupetta si fosse messa in stazione eretta.
Ed eccoci:

 
da un mese circa Nina ricerca appoggi stabili ai quali attaccarsi e tirarsi su.
Molto meglio ed anche più volentieri di quanto faceva sporadicamente da quest'estate, probabilmente proprio a causa del problema alle caviglie che la rendeva più instabile.
Su consiglio della nostra terapista Fabiana, le abbiamo messo un paio di scarpine (per ora non ortopediche) giusto per dare un po' più di rigidità alla caviglia e rendere piatto il piano di appoggio (Nina tiene i piedini un po' chiusi, con le dita accavallate, il che non facilita la stabilità ma soprattutto...l'uso dei calzini, di qualsiasi tipo, foggia, misura! Forse solo con la Vinavil...eh eh eh ).
L'ortopedico ventilava un probabile uso di tutori, sia per le caviglie sia per la schiena (per via della  cifosi, più simpaticamente nota come gobba; no perchè a me cifosi mi sa di brutto, un misto tra schifosi ed alitosi, meh!)...vedremo.
Ad oggi la Microba è sempre meno traballante, più sicura: ogni tanto stacca una manina per arraffare qualcosa, ma è ancora lontana dal muoversi autonomamente in verticale.
Per ora ha imparato a risedersi quando si stanca troppo dopo aver combinato pasticci a più alti livelli.
Sul fronte gattonamento oramai è una scheggia e, dopo un pomeriggio di duro allenamento a casa degli zii (che ha sfibrato più me, in realtà, dato che ha ripetuto l'esercizio millemila volte) ha imparato da sola anche questo:


 
sale le scale un po' gattonando, un po' tirandosi con le braccine, spingendosi, aiutandosi coi gomiti...insomma, ce la fa.
E mò chi la ferma più?
:-)

10 commenti:

  1. Esatto!!! E ora chi la ferma... :)
    Forza Nina!!!! <3

    RispondiElimina
  2. Monica Montecchi9 gennaio 2013 01:02

    superNinaaaaaaaaaaa vai e chi ti ferma più ora...ma poi pensandoci bene...perchè ti devi fermare?? vai a tutta birraaaaaa.....

    RispondiElimina
  3. Benissimo! Un passo alla volta (è proprio il caso di dirlo!) e la vedrai trotterellare per casa. Ti auguro buon anno e ti abbraccio

    RispondiElimina
  4. Caspiterina quanti progressi....!!!! come al solito Nina è più brava dei medici ed è capace di stupirci con la sua volontà....Ora che ha iniziato ad essere un po' autonoma ha provato il sapore della libertà...e questo sarà lo stimolo più forte a continuare a muoversi sempre di più....Un bacio ed un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. grande ninaaaaaaaaaaaaaaaa
    più solleciti il fisico più il fisico risponde!!

    RispondiElimina
  6. bravissima Nina, sei una vera forza!

    RispondiElimina
  7. Grandissima Nina!!!!
    Sono proprio felice di questi progressi, che leggo sempre con grande gioia. A proposito del primo discorso che fai, quello sulla paura di dire sempre le stesse cose, sappi che non mi dai mai l'impressione che temi di provocare. Per me è una grande gioia leggere sia dei progressi di Nina, sia della vostra quotidianità, di come fate quadrare tutto e riuscite a dare alle vostre figlie la serenità e gli stimoli di cui hanno bisogno per crescere.
    Un abbraccio
    Fafa

    RispondiElimina
  8. brava nina quanto prima ti veniamo a vedere di persona...vi voglio bene piccole donne + nasone
    baci Anna&Ivan&Alessio&Gabri

    RispondiElimina
  9. Senti se per questa estate organizzo un'escursione in gattonamento su al Regina Margherita vi chiamo????

    RispondiElimina